FOR.AL "V. MELCHIORRE"

Storia Istituzionale

La scuola orafa FOR.AL “Vincenzo Melchiorre” prepara i futuri orafi, tramandando una manualità tradizionale a coloro che intendono inserirsi nel contesto produttivo orafo e specializzando i giovani nel design e creazione di gioielli.

La sua sede è a Valenza, centro orafo internazionale nella produzione di gioielleria, culla della secolare tradizione artigianale oltre che dell’incessante aggiornamento tecnologico, pone al centro dei suoi obiettivi quello di mantenere intatte le sue specificità che fanno della sapienza manuale e della coscienza del “proprio mestiere” i punti di forza da trasmettere alle giovani generazioni.

Ormai da anni la Scuola Orafa di FOR.AL “Vincenzo Melchiorre”, è una fucina di giovani talenti che si distinguono nelle molteplici tecniche delle lavorazioni in gioielleria.

E’ dal 1972, anno della sua fondazione, che la scuola Orafa, attraverso team di formatori altamente qualificati, prevede lo studio delle tecniche di lavorazione in oreficeria, degli stili, del disegno orafo, della storia del gioiello, della gemmologia e l’insegnamento pratico di laboratorio attraverso esercitazioni finalizzate alla creazione e realizzazione di gioielli.

Gli allievi, provenienti da ogni parte del mondo, hanno la possibilità di accedere ad aule e laboratori dotati di apparecchiature e strumenti tecnologicamente avanzati (saldatura laser, incassatura binoculare) anche in campo informatico (cad orafo) e audiovisivo e di consultare una biblioteca costantemente aggiornata. L’approccio alla realtà lavorativa si traduce nella esperienza di stage aziendale: per ogni allievo viene attivata l’alternanza scuola-lavoro, percorso di crescita individuale tra formazione e realtà produttiva.

La Scuola Orafa dimostra una dinamicità attraverso le proposte progettuali dei suoi corsi tenendo conto delle esigenze del distretto orafo di Valenza che ciclicamente necessita di figure professionali quali orefici, incassatori, designer, tagliatori, pulitori, caddisti.

Al fine di ottenere un migliore raccordo con il contesto produttivo locale, dal 1980 è stato avviato l’istituto dell’alternanza scuola - lavoro. L’Agenzia di Valenza, infatti finalizza la propria attività didattico – organizzativa al rapporto, sempre più stretto e immediato, tra Scuola e mondo del lavoro. I problemi del settore e la realtà produttiva della città  hanno costituito e tuttora costituiscono  la base fondamentale dell’azione che l’Agenzia  esercita in funzione della formazione e della collocazione della tradizione artigianale locale.

Con l’obiettivo di far emergere la storia della tradizione orafa di Valenza nel 2004 nasce il Centro di Documentazione sull’Oreficeria ”Ezio Deambrogi”, che ha la finalità di raccogliere, conservare, valorizzare e utilizzare a fini didattici il materiale storico documentario depositato presso la Scuola.

 

Archivi

Il FOR.AL conserva il materiale prodotto dalle attività didattiche. In particolare, accanto alle serie amministrative, sono presenti collezioni delle opere prodotte dai ragazzi durante i corsi, raccolte di prove finali e manufatti selezionati per concorsi nazionali e internazionali. Tale materiale risulta sommariamente catalogato.

Il Centro di Documentazione ha conservato fino al 2014 il fondo Ezio Deambrogi, costituito da materiale archivistico, grafico e manufatti dal 1920 al 1970 provenienti dalla fabbrica Deambrogi, e il fondo Frascarolo formato da materiali eterogenei (registri di fabbrica, prototipi in argento, disegni) prodotti dal 1950 al 1976.

Nel 2006 ha acquisito il fondo Emanuelli e Pastore (proveniente da un'argenteria di Vercelli), costituito da stampi in legno e gessi databili tra il 1920 e il 1960 circa, per un totale di 30 pezzi, e il fondo Argenteria Lima di Alessandria, costituito da stampi in acciaio eseguiti a mano dal 1930 al 1960 circa, per un totale di 54 pezzi.

Sono inoltre conservati creazioni donate alla scuola da Saverio Cavalli, sei opere in stoffa e metalli vari realizzati dall'artista tra il 1963 e il 1972; sei dipinti, bozzetti, disegni didattici per gli allievi, documenti grafici di Piero Porta, orafo dal 1948 e titolare di un'azienda orafa nonché maestro di oreficeria alla Scuola professionale dal 1994 al 1995.

 

Collezione di oggetti

Collezione Saverio Cavalli

1) n. 957, anno 1963, argento, ferro con turchese barocca, cm. 40x50

2) n. 1011, anno 1964,argento, smalto nero, perle coltivate, cm. 40x50

3) n. 9612 anno 1965, argento, rame smaltato con foglie d'oro, gocce di argento pure, cm. 40x50

4) n. 1222, anno 1965, argento, bronzo, metallo dorato, cm. 40x50

5) n. 1346, anno 1972, alluminio, metallo dorato, plexi bianco, cm. 40x50

6) n. 1348, anno 1972, alluminio, metallo dorato, plezi blu, cm. 40x50

 

Collezione Piero Porta

1) Pendente con perla e scatola dorata, 1983

2) Fiore di corallo nell'astuccio rosa, 1986

3) Natura morta con salumò, 1986

4) Natura morta con piccolo trapano a mano, 1988

5) Natura morta con calamita e fornetto

6) Natura morta con globo e filtri, 1995

FOR.AL
Consorzio per la formazione professionale nell'Alessandrino
Via Raffaello,2
15048 Valenza (AL) 
+39 0131952743


           

        

1/1

BIBLIOTECA CIVICA
CENTRO COMUNALE DI CULTURA


Piazza XXXI Martiri - 15048 Valenza (AL)
Biblioteca: telefono 0131-949286 - Centro Comunale di Cultura: 0131-949287 / Fax 0131-946082

 

e-mail: biblioteca@comune.valenza.al.it / PEC: cultura@cert.comune.valenza.al.it

NOTE LEGALI