DEAMBROGIO FRATELLI

Storia

La ditta Deambrogio Fratelli (marchio 1043 AL) fu fondata nel 1961 dai fratelli Italo e Piergiorgio Deambrogio. La sede, inizialmente collocata in viale della Repubblica 30, fu trasferita nel 1963 al 5/H della stessa via, dove ancora oggi si trova.

L’azienda impiegava allora oltre 30 dipendenti, specializzati nella gioielleria di alta gamma, in particolare nelle cosiddette chiusure-gioiello per collane e per bracciali, destinate al mercato nazionale ed estero. Uno dei due fondatori, il commendatore Italo Deambrogio (1929-2015), dopo aver inizialmente lavorato presso Staurino Pietro e Carlo Ceva, aveva già creato nel 1955, in società con Lorenzo Ricaldone, una azienda con circa 35 dipendenti, ugualmente specializzata in chiusure. Il fratello minore Piergiorgio (nato nel 1933) si associava infine ad Italo appunto nel 1961, dopo esperienze maturate presso Martinengo e Barberis e poi anche presso Carlo Ceva.

Nel corso degli anni, pur mantenendo la sua tradizionale produzione di chiusure, la Deambrogio Fratelli ha via via arricchito la propria offerta con altre tipologie di prodotti, in particolare anelli, orecchini, bracciali, girocollo.

Nel 1997 la ditta si è trasformata in s.r.l., diventando società di capitali. Attualmente sono impegnati nell’attività i figli di Italo e di Pier Giorgio ovvero Paola, Andrea, Gianluca e Stefano.

Questa ormai storica azienda ha ricevuto diversi riconoscimenti, come il premio Sant’Eligio (2005), la medaglia d’oro della Camera di Commercio (2008), l’Oscar del Successo della Provincia di Alessandria (2015).



Archivio

I vari materiali che testimoniano l’attività dell’azienda sono andati accumulandosi senza soluzione di continuità sin dalla fondazione nel 1961. In totale si possono contare circa 10.000 diversi elementi, in larga parte stampi in gomma e modelli in metallo vile. Molta documentazione è ancora utile alla attività commerciale e produttiva attuale, in particolar modo tra il materiale più recente.

Si evidenziano in particolare le seguenti serie:

-raccolta degli stampi in gomma, 9000 pezzi circa, 1961-2016

-raccolta dei modelli in metallo vile, 500 pezzi circa, anni ‘60 circa

-cataloghi tecnici per la produzione e commercializzazione, dal modello n. 1 all’attuale 8.334, in principio in formato cartaceo e quindi in digitale per i modelli più recenti

-disegni, cartacei e digitali

-cataloghi fotografici pubblicitari

-libro presenze del personale dalla data di fondazione (01/09/1961)

 

 

Fonti

Lia Lenti, Gioielli e gioiellieri di Valenza, Arte e storia 1825-1975, Allemandi, Torino 1994, Voce descrittiva a p. 408 e immagini 114, 371, 372, 666.

 

Deambrogio Fratelli, in Previdenza sociale e lavoro in Italia, anno XI, n. maggio-giugno 1967, pp. 251-252

 

Deambrogio Fratelli, in Vogue Jewellery Directory 1999, Condé Nast 1999

Mostra altro

Deambrogio Fratelli s.r.l.
Viale Repubblica, 5/h
15048 Valenza (AL) 
+39 0131943382
info@deambrogio.it
www.deambrogio.it

           

        

1/1

BIBLIOTECA CIVICA
CENTRO COMUNALE DI CULTURA


Piazza XXXI Martiri - 15048 Valenza (AL)
Biblioteca: telefono 0131-949286 - Centro Comunale di Cultura: 0131-949287 / Fax 0131-946082

 

e-mail: biblioteca@comune.valenza.al.it / PEC: cultura@cert.comune.valenza.al.it

NOTE LEGALI