RIVALTA LAURA (1933)

Si forma nell’ambito della tradizione orafa di Valenza, città dove è nata. Nel 1971 frequenta i corsi internazionali di tecnica dell’incisione presso l’Istituto d’Arte “Raffaello” di Urbino. Nel 1972 inizia la sua ricerca che si esprime attraverso opere di grafica, sculture e lavori in oro. Per l’esecuzione e la circolazione di questi ultimi deposita il marchio di identificazione 2028 AL. La poetica di Laura Rivalta si svolge attorno al concetto di monile-archetipo: l’oro e le pietre (semi-preziose e dure) sono materiali vergini, tramite essi l’artista esprime simbolicamente i quattro elementi della natura (terra, acqua, aria, fuoco). L’intento di ogni forma di Laura Rivalta è quello di far percepire la musica nascosta, le pause della materia primigenia: la luce penetra attraverso la trasparenza della pietra, riflessa per farsi catturare entro la forma architettonica dell’opera secondo leggi fisiche e matematici rapporti. Nel 1973 espone al Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Nel 1974, invitata ad “Aurea” (Biennale dell’arte orafa, Palazzo Strozzi, Firenze), ottiene con Eclisse la segnalazione della commissione. Due anni dopo, nuovamente presente alla manifestazione fiorentina con Simbiosi, riceve la seconda segnalazione e partecipa alla mostra “Manifestazioni Orafe Italiane” (San Paolo, Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Brasilia). Nello stesso anno su invito dei Musei Civici di Vicenza presenta suoi ori nella chiesa di San Giacomo. Nel 1981 al Castello Sforzesco, in occasione della mostra “Il materiale delle Arti”,espone monili e i disegni preparatori. Nel 1985 è di nuovo a Palazzo dei Diamanti e nel 1986 in Giappone (Tokyo, Takanawa, Shibuya) dove espone accanto a Manzù e Azuma. Nel 1991 il Comune di Valenza organizza un’antologica; nel 1996 il Comune di Argenta la invita a “Vita e costume nel sogno di un gioiello da artista”e partecipa alla mostra a “Aus Italien für die Welt. 100 Jahre Schmuck aus Valenza" (Lipsia); nel 1998 alla mostra itinerante “Le tre Venezie”; nel 2000 è scelta per il premio biennale “Paola e Lucia Molin” (Piove di Sacco-Padova).

 

 

Da:
L. Lenti, Laura Rivalta, in “L’arte del gioiello e il gioiello d’artista dal ‘900 ad oggi”, catalogo della mostra, 2001, Firenze, Giunti, pp. 372-373.

BIBLIOGRAFIA

BIBLIOTECA CIVICA
CENTRO COMUNALE DI CULTURA


Piazza XXXI Martiri - 15048 Valenza (AL)
Biblioteca: telefono 0131-949286 - Centro Comunale di Cultura: 0131-949287 / Fax 0131-946082

 

e-mail: biblioteca@comune.valenza.al.it / PEC: cultura@cert.comune.valenza.al.it

NOTE LEGALI